In pochi secondi puoi dare il tuo contributo 

https://www.change.org/p/riscatto-dei-periodi-di-formazione-professionale-a-fini-pensionistico

Su richiesta dei nostri iscritti AMUS ha realizzato uno studio della disciplina pensionistica dei riscatti dei periodi non coperti da contribuzione che riguarda tutti coloro che hanno svolto i corsi di formazione professionale o professionalizzante.

Soprattutto negli anni ’80 e ’90 erano molto diffusi anche i corsi regionali che permettevano l’accesso diretto alla professione di vari settori lavorativi. Molti di coloro che partecipavano a tali istituti erano finanche titolari di libretto di lavoro che certificava il periodo di formazione professionalizzante.

Tuttavia tali periodi non sono riscattabili a causa della mancanza di una specifica disciplina normativa.

Va considerato che molti militari arruolatisi alla fine degli anni ottanta, ma anche nel periodo successivo, potrebbero godere di tali periodi di formazione (due o tre o più anni) ai fini pensionistici e ciò comporterebbe certamente un aumento della misura della pensione oltrechè un anticipo del diritto al trattamento di quiescenza.

Qualcuno potrebbe persino beneficiare in modo significativo di un’eventuale riconoscimento di questi periodi, attraverso il transito dal sistema misto a quello retributivo.

E’ per tale ragione che, dopo essersi consultati e condiviso le ragioni di chi ha promosso la seguente iniziativa “popolare“, abbiamo deciso di sostenerla diffondendo la petizione a cui si può aderire in pochi secondi.

Da una ricerca effettuata, peraltro, abbiamo verificato che tale iniziativa è l'unica del suo genere  esistente.

Precisiamo che tale petizione non ha un valore giuridico determinato dalla legge,  ma certamente può acquistare un pesante significato politico allorquando si riescano a raggiungere numeri elevati di partecipazione.

Per ulteriori info accedi al seguente link

https://www.change.org/p/riscatto-dei-periodi-di-formazione-professionale-a-fini-pensionistico