Dal 16 al 22 aprile si terranno a l’Aia (Paesi Bassi) gli Invictus Games, Giochi dedicati ai militari feriti e infortunati in servizio. La manifestazione è stata inaugurata oggi  16 aprile, dal principe Harry, Duca di Sussex.

Nel 2014 il Duca di Sussex aveva lanciato la prima edizione degli Invictus Games a Londra, poiché credeva fermamente  che lo sport potesse aiutare fisicamente, psicologicamente e socialmente questi militari divenuti ora atleti. 

Gli Invictus Games sono giunti alla loro 5° edizione. Erano stati programmati per lo scorso 2020 ma, come i Giochi Olimpici di Tokyo rimandati a causa della pandemia, anche gli Invictus Games sono stati posticipati di un anno.

600 atleti si incontreranno sui campi gara di 10 discipline sportive: Atletica, Basket in carrozzina, Canottaggio indoor, Ciclismo su strada, Pallavolo in seduta, Rugby in carrozzina, Sollevamento pesi, Tiro con l’arco, Sfida Guida Land Rover. L’Italia  parteciperà con i nostri 20 rappresentanti appartenenti al Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa. 

”Invictus”, letteralmente persone “Non Vinte” dagli eventi avversi, sono atleti che con tenacia e spirito combattivo si sono ritrovati a esprimere tutto il loro valore nello sport, simbolo di rinascita e libera espressione della propria nuova condizione  psicofisica. 

L’obiettivo per i partecipanti è di gareggiare per la propria nazione ma anche stimolare altre persone in grave difficoltà psicofisica a reagire e lottare per il recupero attraverso la riabilitazione generando nel pubblico maggior comprensione e rispetto nei confronti di chi offre la propria vita per difendere il proprio paese.

Un grande “In bocca al lupo” ai nostri Atleti, AMUS-Aeronautica è al vostro fianco.