Dopo un inspiegabile iter burocratico iniziato lo scorso anno, il contratto del comparto Difesa Sicurezza e Soccorso Pubblico per il triennio 2019-2021 è stato finalmente pubblicato

Come sindacato non abbiamo mai nascosto le nostre perplessità circa i contenuti dello stesso, avendolo considerato uno dei peggiori della storia della concertazione. E sempre più perplessità nascono spontanee nel verificare che vi è ancora chi è convinto di aver ottenuto un risultato fantastico, definendolo addirittura epocale. 

Ebbene, limitandoci alla parte economica l’ammontare di questi “epocali” aumenti si aggira mediamente a poco più di 70 euro, cifra che peraltro a regime si vedrà in busta paga solo partire da luglio prossimo, ed andrà ad assorbire gli importi relativi agli elementi retributivi provvisori già corrisposti in sede di vacanza contrattuale. Sorprendente, non c’è che dire.

Nel rimandarvi ai nostri commenti di dettaglio su questo contratto (Ultimo contratto, ma che c’è da festeggiare?) rispondiamo alle tante richieste pervenuteci dai nostri iscritti pubblicando le tabelle riassuntive, suddivise per ruoli, degli importi arretrati che saranno corrisposti con ogni probabilità con cedolino straordinario del corrente mese.

Non ci rimane adesso che attendere la prossima tornata contrattuale, che dovrà finalmente tenersi con le sigle sindacali militari rappresentative, con l’auspicio di ottenere quel minimo di “giustizia” attraverso un contratto che gratifichi il personale militare come merita.

ARRETRATI RIDOTTOARRETRATI RIDOTTO1ARRETRATI RIDOTTO2