CONTRATTO FORZE ARMATE

ULTIMISSIME NOVITÀ

1. I VALORI

2. LA TEMPISTICA E IL DIROTTAMENTO FONDI SUL FESI

3. GLI IMPEGNI DEL MINISTRO

4. LA VIOLAZIONE DA PARTE DEL GOVERNO DELLE DISPOSIZIONI PREVISTE SENTENZA N. 120/2018

5. IL CONTRIBUTO DEL NOSTRO SINDACATO

In data di ieri la Funzione Pubblica ha finalmente convocato i Sindacati delle FFPP e i CoCeR delle FFAA per una riunione tecnica avente lo scopo di proseguire i lavori iniziati sei mesi fa sulla concertazione economica.

In sintesi le ultime novità:

1. I VALORI

- mediamente Euro 90 lordi mensili sugli assegni fondamentali

- indennità accessorie ancora in via di definizione

- valutazione su ulteriori stanziamenti per riconoscere la specificità

2. LA TEMPISTICA E IL DIROTTAMENTO FONDI SUL FESI

Salta la previsione di chiudere entro giugno il contratto. Serve più tempo per elaborare la parte normativa che è rimasta sostanzialmente invariata per numerosi anni, per tale ragione 210 milioni di Euro verranno dirottati, come accaduto per il 2019, sul Fondo Efficienza Servizi Istituzionali.

3. GLI IMPEGNI DEL MINISTRO

Il Ministro della Funzione Pubblica, assente alla seduta di ieri, considerata la natura tecnica della questione ha comunicato che darà vita, con tutti i Ministri interessati, a un tavolo tecnico-politico finalizzato al reperimento di ulteriori risorse, con l’auspicio di cominciare a “riempire” la tanto enfatizzata specificità militare e da destinare anche alla previdenza complementare, argomento perennemente assente da ogni tavolo contrattuale.

4. LA VIOLAZIONE DA PARTE DEL GOVERNO DELLE DISPOSIZIONI PREVISTE DALLA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE N. 120/2018

La Corte Costituzionale nel 2018 ha stabilito che alle organizzazioni sindacali dei militari riconosciute si applicano le norme della rappresentanza militare, ne consegue il loro diritto a partecipare alle attività di concertazione. Il Governo sta totalmente ignorando gli obblighi giuridici stabiliti dal giudice delle leggi ed è pertanto doveroso per questa organizzazione sindacale riservarsi di valutare lo studio di ogni iniziativa utile a far rispettare le prescrizioni costituzionali, incluse le eventuali iniziative legali.

5. IL CONTRIBUTO DEL NOSTRO SINDACATO

L’AMUS-AERONAUTICA sta seguendo con molta attenzione il dibattito concertativo avendo costituito un gruppo di lavoro che a breve fornirà il suo contributo alla discussione sulla piattaforma contrattuale, frutto di quel processo democratico interno all’associazione che rappresenta il fondamento di ogni attività rappresentativa.