Caro Delegato, Caro Socio,

come avrai notato AMUS-AERONAUTICA è divenuta una realtà oramai consolidata meritandosi il forte interesse e la fiducia che il personale Azzurro sta dimostrando di riporre nell’associazione, avendo sin d’ora evidenziato di essere un sindacato unito negli intenti e compatto nel perseguire gli obiettivi come individuati dal Comitato Direttivo Nazionale.

In tal senso, propone ampia libertà di azione a chi decide di impegnarsi fattivamente nel progetto, sempre tenendo ben impresso che dovrà essere garantito l’interesse comune, ossia ciò che viene stabilito dall’assise di tutti i soci. Come più volte ribadito c’è posto per tutti e le fondamenta di questa “casa” che insieme stiamo cercando di costruire si elevano sulla condivisione di voler offrire le giuste risposte alle aspettative di coloro che la sostengono.

Per tale motivo, è intenzione del CDN proporre una serie di sondaggi riferibili agli argomenti più importanti e di maggior interesse ai quali tutti gli iscritti potranno accedere.

Come detto, è il socio che decide la politica dell’AMUS, dirigendo poi i delegati ad occuparsene secondo la scelta che ha effettuato.

Attualmente non possiamo che pregiarci dei consensi ricevuti, pur consapevoli delle attuali limitazioni normative che ancora non ci consentono di operare con la dovuta libertà in quelli che sono i campi di interesse del personale militare. Non solo, l’AMUS-AERONAUTICA ha già ottenuto taluni risultati anche attraverso interventi diretti e/o comunicativi riferiti ad argomenti e a problematiche complesse. Sarà pertanto nostra cura tenervi informati periodicamente, attraverso un bollettino informativo, sugli impegni presi che, tra gli altri, meritano particolare attenzione.

Oggi iniziamo con:

  • - Nuovo contratto per i militari. Ce ne siamo già occupati con un apposito servizio in passato https://www.forzearmate.org/contratto-dei-militari-che-fine-ha-fatto-i-militari-attendono-un-aumento-da-10-anni. E’ oltre un decennio che al popolo militare non gli si riconoscono quei giusti adeguamenti retributivi a causa dei recenti blocchi delle risorse contrattuali. Essere specifici non può essere sinonimo di “malasorte”. E’ giunta l’ora che il Governo manifesti, non solo attraverso chiacchiere e proclami, il proprio ringraziamento nei confronti dei soldati e degli operatori della sicurezza che dimostrano con puntualità di essere una delle migliori eccellenze all’interno del comparto pubblico. Negare il giusto rinnovo contrattuale, così come accade oramai da un quarto di secolo con la previdenza completare, è manifestazione di grave disinteresse nei confronti di una categoria che ha sempre creduto nel concetto della meritocrazia e, attraverso la puntuale dimostrazione della propria efficienza e professionalità, si aspetta di essere premiato.
  • - Non si arresta la produzione di proposte riguardanti il benessere dei militari che l’AMUS sta facendo recapitare agli organismi preposti, sotto forma di suggerimenti e/o disegni di legge. Ultime, l’individuazione delle azioni da intraprendere a causa dell’invecchiamento delle FF.AA. e delle soluzioni atte a modificare la normativa che disciplina l’Istituto delle Casse di Previdenza.

Trattasi di tipiche dimostrazioni, e sono solo degli esempi, che compongono il grande lavoro che questo sindacato ha deciso di mettere in atto e che sta già producendo i frutti meritati.

Il vostro continuo sostegno e la vostra costante partecipazione confortano i dirigenti sindacali nel convincersi che la strada percorsa è quella giusta.

Naturalmente, per fare tutto ciò, l’AMUS-AERONAUTICA non mancherà mai di informare i propri iscritti su tutte le attività in itinere, con la massima trasparenza e rendendosi sempre aperti ad ogni confronto.

Insieme si cresce, insieme si vince, insieme si raggiungono gli obiettivi sperati, nell’interesse dei soci e del personale dell’Aeronautica Militare tutto.